CINEFORUM

IO, DANIEL BLAKE Martedì 21 Febbraio / Sabato 25 Febbraio
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Ken Loach / GB / Durata: 100min

Media 0

In un momento storico in cui una famiglia su quattro ha un tenore di vita prossimo alla povertà o addirittura all’indigenza e al sud un cittadino su due rischia l’esclusione sociale per la mancanza di lavoro o per la precarietà salariale, Io Daniel Blake, l’ultimo capolavoro del maestro Ken Loach, non può che essere un film necessario. Per la verità l’ottantenne regista inglese racconta storie di disoccupati, di lavoratori sfruttati e di emarginati da almeno cinquant’anni, sempre coerente con i suoi valori e intransigente con i principi di eguaglianza e di solidarietà per i quali è conosciuto come “Ken il rosso”.


CINEMA DOMENICALE

BALLERINA Sabato 25 Febbraio 2017 Ore 17:00 / Biglietto intero 6.00 € / Biglietto ridotto 5.00 €

Un film di Eric Summer, Éric Warin / FR CAN / Durata: 90min

Media 0

SONO IN VENDITA ABBONAMENTI

JUNIOR-CINEMA

€ 20,oo x 5 ingressi (max. 2 utilizzi a proiezione)


Fèlicie sogna di diventare ballerina, Victor si immagina grande inventore. Orfani in Bretagna, fuggono a Parigi per realizzare i loro desideri.

Con le nuove avenue del barone Haussmann e la costruzione della torre Eiffel, la Ville Lumière è in piena trasformazione.

Entusiasti e ottimisti come la Parigi di fine Ottocento, comprendono presto che per vivere dei propri sogni bisogna impegnarsi molto.

Aiutata da un'étoile caduta in disgrazia, Félicie trova in Odette un'insegnante e una guida per disciplinare la sua esuberanza.

Tra l'esercizio della danza e il ruolo prestigioso sul palcoscenico dell'Opéra ci sono però Camille, rivale temutissima, e Madame Le Haut, implacabile madre di Camille, pronta a tutto pur di assicurare un ruolo alla figlia ne Lo Schiaccianoci.

Ma nella danza come nella vita per riuscire serve il cuore.


CINEMA DOMENICALE

BALLERINA Domenica 26 Febbraio 2017 Ore 15:00 - 17:00 / Biglietto intero 6.00 € / Biglietto ridotto 5.00 €

Un film di Eric Summer, Éric Warin / FR CAN / Durata: 89min

Media 0

SONO IN VENDITA ABBONAMENTI

JUNIOR-CINEMA

€ 20,oo x 5 ingressi (max. 2 utilizzi a proiezione)

 

Fèlicie sogna di diventare ballerina, Victor si immagina grande inventore. Orfani in Bretagna, fuggono a Parigi per realizzare i loro desideri. Con le nuove avenue del barone Haussmann e la costruzione della torre Eiffel, la Ville Lumière è in piena trasformazione. Entusiasti e ottimisti come la Parigi di fine Ottocento, comprendono presto che per vivere dei propri sogni bisogna impegnarsi molto. Aiutata da un'étoile caduta in disgrazia, Félicie trova in Odette un'insegnante e una guida per disciplinare la sua esuberanza. Tra l'esercizio della danza e il ruolo prestigioso sul palcoscenico dell'Opéra ci sono però Camille, rivale temutissima, e Madame Le Haut, implacabile madre di Camille, pronta a tutto pur di assicurare un ruolo alla figlia ne Lo Schiaccianoci. Ma nella danza come nella vita per riuscire serve il cuore.


EVENTO

CONDOTTA Lunedì 27 Febbraio 2017
Ore 20:45 / Biglietto unico 5.00 € / Ingresso gratuito per soci Cineforum G. Verdi

Un film di Ernesto Daranas / CU / Durata: 108min

Media 0

Ci sono Paesi di cui si parla e si scrive moltissimo, purtroppo spesso a sproposito, quasi sempre partendo da pregiudizi o posizioni ideologiche. Su Cuba, per esempio, si sono “versati fiumi di inchiostro” per raccontare in modo agiografico la vita di Fidel Castro o, al contrario, per demonizzarlo dipingendolo come un dittatore sanguinario. Ridicola anche la sterile contrapposizione tra una Cuba paradisiaca dove istruzione e sanità sarebbero eccellenti e gratuite per tutti e una spietata dittatura in cui ogni forma di dissenso verrebbe repressa senza rispettare i più elementari diritti umani.


EVENTO

THE IDOL Lunedì 13 Marzo 2017
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Hany Abu-Assad / GB,Palestina,Qatar / Durata: 100min

Media 0

Mohammad Assaf (Tawfeek Barhom), giovane ragazzo palestinese, sogna un giorno di poter cantare al Teatro dell’Opera del Cairo con sua sorella e l’amica Nour. Un giorno quest’ultima viene ricoverata in ospedale, dove si scopre che necessita di un trapianto di rene. Mohammad saluta l’amica promettendole che un giorno diventerà un famoso cantante. Fuggendo da Gaza, il giovane si avventurerà verso il viaggio che cambierà per sempre la sua esistenza. Ispirato alla vera storia di Mohammed Assaf – cantante vincitore del talent show “Arab Idol” – “The Idol” è un racconto di speranza, libertà e riscatto sociale, che guarda al fenomeno dei talent come possibilità di inseguire non solo il proprio sogno, ma di arrivare anche al cuore di un’intera popolazione perennemente in conflitto. Il film si delinea come un ulteriore tassello della filmografia di un autore, Hany Abu-Assad, che con il suo cinema riesce a dar voce al suo popolo e ci permette di conoscerne più a fondo ogni sfaccettatura, superando l'immagine distorta e superficiale fornita dai mass media.


EVENTO

RARA - UNA STRANA FAMIGLIA Lunedì 27 Marzo 2017
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Pepa San Martín / CL,AR / Durata: 100min

Media 0

Sara (Julia Lübbert) vive con la madre, la sorella minore e la compagna di sua madre. La sua vita è felice e spensierata, ma quando l’adolescenza bussa alle porte della sua esistenza, l’impatto con le vite degli altri ragazzini e i primi confronti con l’altro sesso sollevano una serie di problemi. Tutto si complica quando suo padre tenta di ottenere a tutti i costi la custodia delle figlie. Diretta dalla regista cilena Pepa San Martín, la pellicola racconta i temi dell’identità e dell’opposizione sociale riservata alle coppie omosessuali. Lo fa con una narrazione lucida e asciutta, che immerge lo spettatore nella vita quotidiana delle protagoniste attraverso gli occhi della giovanissima Sara, impegnata in un difficile lavoro di costruzione della propria personalità. Più che un film militante sulla rivendicazione dei diritti delle coppie omosessuali, “Rara” è una storia d’amore di genitori e figli, sullo sfondo di un paese che non si è ancora scrollato di dosso la paura di una diversità severamente condannata dalla feroce dittatura di Pinochet.