Il programma 2015-2016

LA FAMIGLIA BÉLIER da Mercoledì 30 Settembre a Sabato 03 Ottobre
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Éric Lartigau / FRA / Durata: 100min

Media 4.41


Paula è un’adolescente sensibile e premurosa, frequenta il liceo, si dedica al canto sotto la guida di un maestro che crede molto in lei, e si fa in quattro per sostenere la fattoria di famiglia: la famiglia Bélier, allevatrice di bovini e produttrice di formaggi nella regione della Loira. Il fatto è che Paula è la sola della famiglia Bélier che non sia sordomuta. Lo sono il fratellino, la mamma, il papà che, intrepido e incurante del proprio deficit, si candida a sindaco.  Il maestro è convinto che Paula abbia un dono naturale e vuole spedirla alla migliore scuola parigina, ma i genitori faticano ad accettare il distacco. Perché per loro è ancora una bambina, perché per loro è la mediatrice con il resto del mondo, perché forse cova dentro di loro un inconfessato risentimento per il suo essere nata “diversa” e per giunta dotata di una capacità di cui loro non potranno mai essere partecipi, gioirne. 

LA TEORIA DEL TUTTO da Mercoledì 07 Ottobre a Sabato 10 Ottobre
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di James Marsh / USA / Durata: 123min

Media 4.44


Il film è la storia straordinaria ed edificante di una delle più eccelse menti viventi del mondo, il famoso astrofisico Stephen Hawking. Nel 1963, da studente di cosmologia della leggendaria università inglese Cambridge, Stephen (interpretato da Eddie Redmayne il quale con questa prova ha vinto l’Oscar come miglior attore)  sta facendo grandi passi ed è determinato a trovare una "spiegazione semplice ed eloquente" per l'universo. Anche il suo mondo privato si schiude quando si innamora perdutamente di una studentessa di lettere della stessa Cambridge, Jane Wilde. Ma, all'età di 21 anni, questo giovane uomo sano e dinamico riceve una diagnosi che gli cambia la vita: la malattia del motoneurone attaccherà i suoi arti e le sue capacità, lasciandolo con una limitata capacità di linguaggio e di movimento e con circa due anni di vita da vivere. L'amore di Jane, il suo combattivo supporto e la sua determinazione sono incrollabili - e i due si sposano. 

NESSUNO SI SALVA DA SOLO da Mercoledì 14 Ottobre a Sabato 17 Ottobre
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Sergio Castellitto / ITA / Durata: 100min

Media 3.29


A tre anni di distanza da "Venuto al mondo" Sergio Castellitto torna dietro la macchina da presa per dirigere ancora una volta un adattamento cinematografico di un romanzo della moglie, Margaret Mazzantini . Delia e Gaetano (Gae) sono stati sposati e hanno due figli, Cosmo e Nico. Da poco tempo vivono separati, lei ha tenuto la casa con i bambini, lui vive in un residence. Delia, che in passato ha sofferto di anoressia, è una biologa nutrizionista, Gaetano è uno sceneggiatore di programmi televisivi. Delia e Gae si incontrano per una cena in un ristorante, devono apparentemente discutere dell'organizzazione delle vacanze dei loro figli... ma presto capiamo che quell’incontro servirà ai due protagonisti per compiere un viaggio dentro la loro storia d'amore e scoprirne le ragioni della fine. La cena occupa l'intero svolgimento del film, ma attraverso una serie di flash back, viene ripercorsa la vita di Delia e Gaetano, dall'entusiasmo dei primi anni di vita in comune, l'amore, la passione, ai primi problemi e frustrazioni reciproche che hanno cominciato ad allontanarli, fino alla separazione. Non è un film semplice Nessuno si salva da solo. Come i film precedenti è un pugno nello stomaco. È forte e immediata l’immedesimazione dello spettatore con i due protagonisti, per la forza della loro interpretazione (con una nota di merito per Scamarcio, credibile in un ruolo complicato e non soverchiato dalla bella prova di una sofferta Jasmine Trinca), per il realismo di una vita di coppia fatta di alti e tanti bassi.

STILL ALICE da Mercoledì 21 Ottobre a Sabato 24 Ottobre
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Richard Glatzer / USA / Durata: 101min

Media 4.05


Julianne Moore interpreta Alice Howland, una professoressa di linguistica alla Columbia University di New York, che un giorno si accorge di provare difficoltà nella comunicazione verbale e di non ricordare alcuni passaggi della sua quotidianità. Dopo una visita specialistica la diagnosi è chiara. Alice manifesta una forma precoce di Alzheimer e deve cominciare a lottare, insieme alla sua famiglia, per non perdere tutti i ricordi e le tracce di se stessa, e resistere in un certo senso ad una delle malattie più crudeli. Julianne Moore condivide il suo viaggio con una generosità senza limiti e ci fa sentire cosa si prova a perdere il vento sotto le nostre ali. I registi si affidano a lei per portare avanti una storia coinvolgente che fa vibrare il cuore, in cui una donna forte e realizzata, comincia a vivere un declino prematuro che non dipende dalla sua volontà o da una scelta sbagliata. 

SUITE FRANCESE da Mercoledì 28 Ottobre a Sabato 31 Ottobre
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Saul Dibb / USA / Durata: 107min

Media 4.29


Ambientato nella Francia del 1940, nei terribili anni della Seconda Guerra Mondiale, il film racconta la storia di Lucile Angellier, a cui presta il volto la splendida Michelle Williams, che nell’attesa di ricevere notizie del marito prigioniero di guerra, vive un’esistenza soffocante insieme alla suocera, donna dispotica e meschina, interpretata da Kristin Scott Thomas. La sua vita verrà stravolta non appena i parigini in fuga si rifugeranno nella cittadina dove vive, che di lì a pochi giorni sarà invasa dai soldati tedeschi. Un evento traumatico certo, che però le farà incontrare Bruno, un raffinato ufficiale tedesco assegnato alla loro abitazione e, per quanto Lucile tenti di ignorare la sua presenza, ben presto non riuscirà a frenare la passione che si scatena tra i due. La storia che vive dietro la pubblicazione del libro è di per sé tragica, quanto avvincente.

MIA MADRE da Mercoledì 04 Novembre a Sabato 07 Novembre
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Nanni Moretti / ITA / Durata: 106min

Media 3.06


Nanni Moretti torna sul grande schermo con un film onesto e senza retorica. Dopo Habemus Papam in cui il papa era lui ma con il corpo e il volto di Michel Piccoli, in Mia Madre Nanni Moretti cede se stesso a Margherita Buy. Margherita, di mestiere regista in un gioco di rimandi anche personali con la biografia di Moretti che ha perso recentemente la madre, è alle prese con un film sulla crisi economica, sugli operai in rivolta e una fabbrica vittima di tagli e licenziamenti. Moretti, invece, è il fratello buono, nevrotico e profondamente depresso. Entrambi hanno un lutto da elaborare in anticipo – la madre malata di cuore e’ in fin di vita – ed entrambi si ritrovano in quella fase della vita in cui il ripiegamento sugli affetti familiari fa riflettere sulle proprie mancanze, insicurezze e incapacità.

L'ULTIMO LUPO da Mercoledì 11 Novembre a Sabato 14 Novembre
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Jean Jacques Annau / CN / Durata: 121min

Media 4.08


Dall’Orso all’Ultimo Lupo. Il ritorno al cinema del regista francese Jean Jacques Annaud è ancora una questione animale o ancor meglio di febbrile attenzione per il rapporto tra uomo e natura.

Tra 480 tecnici, 200 cavalli, un migliaio di pecore, 25 lupi e una cinquantina di loro addestratori e massaggiatori dislocati sul set nella steppa della Mongolia, Annaud ha portato a termine dopo sette anni di preparazione e lavorazione L’Ultimo Lupo: il suo ultimo spettacolare lungometraggio d’avventura che lo colloca ancora una volta tra gli autori più coraggiosi e intraprendenti del cinema contemporaneo.

È la storia di Chen Zhen, un giovane studente di Pechino che viene inviato nelle zone interne della Mongolia per insegnare parole e numeri ad una tribù nomade di pastori.

A contatto con una realtà diversa dalla sua, Chen scopre di esser quello che ha molto da imparare sul senso di comunità e di libertà, ma specialmente sul lupo, la creatura più riverita della steppa. Sedotto dal legame che i pastori hanno con il lupo e affascinato dall’astuzia e dalla forza dell’animale, Chen trovato un cucciolo decide di addomesticarlo contravvenendo alle direttive del governo centrale cinese di eliminare, a qualunque costo, tutti i lupi della regione.

LA REGOLA DEL GIOCO da Mercoledì 18 Novembre a Sabato 21 Novembre
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Michael Cuesta / USA / Durata: 112min

Media 3.9


Un film che nasce da una storia vera e che racconta del giornalista premio Pulitzer Gary Webb, che negli anni novanta ha realizzato un'inchiesta che lo ha portato dalle prigioni della California ai villaggi del Nicaragua, alle stanze del potere di Washington
Il lavoro investigativo di Gary Webb, interpretato da Jeremy Renner, ha rischiato di mettere in pericolo non soltanto la sua vita professionale ma anche quella della sua famiglia. Da poco trasferitosi con la famiglia in California, lavora nella redazione del San Jose Mercury News.
La sua carriera svolta quando la compagna di un grosso trafficante di coca, Coral Baca (una straordinaria Paz Vega), gli consegna una trascrizione del Gran Giurì che rivela un collegamento tra i servizi segreti statunitensi e il traffico di cocaina dal Sudamerica.

IL PADRE (THE CUT) da Mercoledì 25 Novembre a Sabato 28 Novembre
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Fatih Akin / DE / Durata: 138min

Media 3.98


Mardin, 1915. Una notte la polizia turca fa irruzione nelle case armene e porta via tutti gli uomini della città, incluso il giovane fabbro Nazaret Manoogian (Tahar Rahim, Il profeta), che viene così separato dalla famiglia. Anni dopo, sopravvissuto all'orrore del genocidio, Nazaret viene a sapere che le sue due figlie sono ancora vive. L'uomo decide così di ritrovarle e si mette sulle loro tracce. La ricerca lo porterà dai deserti della Mesopotamia e l'Avana alle desolate praterie del North Dakota. In questa odissea, l'uomo incontrerà molte persone diverse: figure angeliche e generose, ma anche incarnazioni demoniache. Il viaggio verso l’occidente è coinvolgente, scenograficamente e fotograficamente strabiliante, allontanandosi dai soliti cliché. Infatti, se nella maggior parte dei colossal il protagonista è mosso da una fede divina, in maniera diretta o indiretta, in Il padre, esso è mosso solo dall’amore familiare. Un’opera  forte nel montaggio e nella trama e godendo della regia precisa ed espressiva di Fatih Akin affascinante per gli immensi paesaggi e per il coraggio di aver unito diversi aspetti, tra cui anche la nascita del cinematografo.
Osservando il titolo, se quello italiano, Il padre, esprime già da sé il sentimento del protagonista, quello originale, The cut, risulta forse ancora più espressivo, anche se con diverse interpretazioni; dalla ferita al collo del protagonista, alla sofferenza degli armeni non in grado di ribellarsi alle violenze dei turchi.

YOUTH - LA GIOVINEZZA da Mercoledì 02 Dicembre a Sabato 05 Dicembre
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Paolo Sorrentino / ITA / Durata: 118min

Media 3.91


Il nuovo film di Paolo Sorrentino, si svolge in un elegante albergo ai piedi delle Alpi dove Fred e Mick, due vecchi amici alla soglia degli ottant'anni, trascorrono insieme una vacanza primaverile. Fred è un compositore e direttore d'orchestra in pensione, Mick un regista ancora in attività. Sanno che il loro futuro si va velocemente esaurendo e decidono di affrontarlo insieme. Guardano con curiosità e tenerezza alla vita confusa dei propri figli, all'entusiasmo dei giovani collaboratori di Mick, agli altri ospiti dell'albergo, a quanti sembrano poter disporre di un tempo che a loro non è dato. E mentre Mick si affanna nel tentativo di concludere la sceneggiatura di quello che pensa sarà il suo ultimo e più significativo film, Fred, che da tempo ha rinunciato alla musica, non intende assolutamente tornare sui propri passi. Ma c'è chi vuole a tutti i costi vederlo dirigere ancora una volta e ascoltare le sue composizioni. Il film porta a riflettere sugli anni che passano, le scelte, gli errori e le stravaganze. Youth non è solo un film sulla vita, sulla vecchiaia, sullo spettro della morte, ma anche sull'eterna giovinezza dell'arte, di quel cinema e quella musica che rimbombano e ridondano tanto attraverso i suoni e le immagini sullo schermo, quanto nelle parole dei protagonisti, mescolando alto e basso, sacro e profano, sublime e grottesco. L'età anagrafica con i suoi imprescindibili limiti si contrappone in modo netto al desiderio di restare giovani e l'unica maniera per farlo è vivere le emozioni, belle o brutte, dolorose o estasianti che siano e trovare il proprio percorso.

SELMA - LA STRADA PER LA LIBERTÀ da Mercoledì 09 Dicembre a Sabato 12 Dicembre
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Ava Duvernay / USA / Durata: 128min

Media 4.36


Il film racconta uno dei passaggi più importanti della vita politica del reverendo Martin Luther King: la celeberrima marcia in Alabama per sostenere il voto dei neri.
La scelta di intitolare la pellicola con il nome della città da dove partì la marcia è rappresentativa dell'intento di mettere in scena non tanto la vita del Dott. King, ma la presa di coscienza di un'intera comunità che rivendica a pieno titolo i diritti finora repressi e calpestati. È il 1964 e, alle spalle del trentacinquenne King, ci sono le tante battaglie per i diritti civili compreso il famoso discorso "I Have A Dream". Nonostante la segregazione razziale fosse abolita formalmente, la vita dei neri del Sud era in continuo pericolo a causa della violenza dei bianchi che impediva di iscriversi alle liste elettorali e prendere parte alla vita pubblica del Paese. King non trova un vero conforto dal primo colloquio con il presidente Johnson (Tom Wilkinson) e per questa ragione decide di partire da Selma, nel cuore dell'Alabama bianca, per incominciare la lotta pacifica. Dall'altra parte la regista racconta l'uomo Martin Luther King senza alcun filtro celebrativo, mettendo in risalto l'umanità del reverendo con i suoi compromessi e le sue debolezze. La scelta quindi di allontanarsi da intenti agiografici diventa una scelta azzeccata e coerente con l'impianto della narrazione. Ne deriva un ritratto forte e credibile che diventa la forza di tutto il film.

EVEREST da Mercoledì 16 Dicembre a Sabato 19 Dicembre
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Baltasar Kormákur / USA, GB / Durata: 136min

Media 4.01


Ispirato da una serie di incredibili eventi accaduti durante una pericolosa spedizione volta a raggiungere la vetta della montagna più alta del mondo, EVEREST documenta le avversità del viaggio di due diverse spedizioni sfidate oltre i loro limiti da una delle più feroci tempeste di neve mai affrontate dall'uomo. Il loro coraggio sarà messo a dura prova dal più crudele dei quattro elementi, gli scalatori dovranno fronteggiare ostacoli al limite dell'impossibile come l'ossessione di una vita intera che si trasforma in una lotta mozzafiato per la sopravvivenza.

NON ESSERE CATTIVO da Mercoledì 06 Gennaio a Sabato 09 Gennaio
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Claudio Caligari / ITA / Durata: 100min

Media 3.65


Diretto da Claudio Caligari (regista scomparso prematuramente il maggio scorso) il film, presentato fuori concorso alla Mostra del cinema di Venezia, è la storia di due amici, Cesare e Vittorio sullo sfondo della Ostia degli anni Novanta. Cesare vive con la madre e la nipotina, malata di Aids e orfana di mamma, morta per la stessa malattia. Suo è l'orsacchiotto che porta il bavaglino con la scritta "non essere cattivo". Per mantenere queste due donne Cesare spaccia, ruba, truffa. Vittorio con il passare del tempo comincia a desiderare una vita diversa, incontra Linda che ha già un figlio e vorrebbe costruire qualcosa di diverso. Si conoscono da vent'anni. Insieme hanno vissuto notti sbandate fatte di sballi in discoteca, macchine veloci, alcool, pasticche, spaccio di cocaina, furtarelli. Sono fratelli dell'anima ma hanno anime diverse. Cesare e Vittorio si allontanano, si ritrovano, si perdono.

TUTTO PUÒ ACCADERE A BROADWAY da Mercoledì 13 Gennaio a Sabato 16 Gennaio
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Peter Bogdanovich / USA / Durata: 93min

Media 3.14


Arnold Albertson, un regista di successo teatrale e televisivo, arriva a New York per mettere in scena la sua ultima produzione di Broadway. La protagonista dello spettacolo sarà sua moglie, accanto a lei il divo del cinema Seth Gilbert. La prima sera che Arnold si trova a New York, chiede la compagnia di una escort a un servizio apposito, che gli manda una giovane e affascinante ragazza: Isabella. Nel corso della serata Arnold le regala 20mila dollari; in cambio però Isabella dovrà lasciare il suo lavoro e intraprendere la carriera dei suoi sogni, quella di attrice. Regista di culto negli anni 70, Peter Bogdanovich. torna ora con una commedia gustosa che ti fa ridere senza cadere,come spesso capita, nell’idiozia. Tutto il cast ha il ritmo giusto e gioca bene di squadra; con una menzione d’onore per Jennifer Aniston, in una parte di strizzacervelli mezza matta simile a quella in cui l’abbiamo vista nella serie Come ammazzare il capo.

SE DIO VUOLE da Mercoledì 20 Gennaio a Sabato 23 Gennaio
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Edoardo Falcone / ITA / Durata: 87min

Media 4.39


Il film è una commedia ironica e brillante diretta dall’esordiente Edoardo Falcone. Marco Giallini è un affermato cardiochirurgo, razionale e ateo. Deluso tanto dalla moglie Laura Morante che da giovane pasionaria è diventata una signora depressa, quanto dalla figlia maggiore Ilaria Spada che ritiene semplicemente cretina, le sue aspettative si concentrano sul secondogenito Enrico Oetiker fino al giorno in cui il ragazzo confessa alla famiglia riunita di aver incontrato la vocazione grazie all’eccentrico prete Alessandro Gassman. È davvero troppo per il cardiochirurgo. Di qui l’avventura della dissuasione che naturalmente prenderà strade diverse dal previsto. Elaborazione non priva di originalità della scuola italiana di commedia, contiene l’energica volontà di liberarsi del birignao commediarolo. E il personaggio del prete offre a Gassmann un bel palcoscenico per perseguire l’obiettivo.

WOMAN IN GOLD da Mercoledì 27 Gennaio a Sabato 30 Gennaio
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Simon Curtis / USA, GB / Durata: 110min

Media 4.44


È la vera storia di Maria Altmann. Nata viennese nel 1916 e morta negli Stati Uniti, di cui era diventata cittadina nel 1945, alla bella età di 95 anni. Ciò che non le aveva impedito anni prima, quando di anni ne aveva già tanti, di intraprendere con l’aiuto di un giovane avvocato anche lui di origine ebreo-austriaca e di un giornalista, una apparentemente insormontabile sfida. Quella di recuperare dal riluttante e smemorato governo della repubblica austriaca alcuni dipinti Klimt appartenuti alla sua famiglia ebrea, dal cui sterminio soltanto lei si era salvata fuggendo in America, e di cui i nazisti si erano impossessati. Sfida infine vinta e non in nome del valore economico del “bottino”. Il film va in altalena sul tempo, tra iene del presente e fantasmi del passato, con le luci accese su temi eterni di Memoria e Giustizia. Parlare poi di lady Helen Mirren vuol dire ripetere che è una raffinata, grande, sensibile attrice di marca inglese,

SOPRAVVISSUTO: THE MARTIAN da Mercoledì 03 Febbraio a Sabato 06 Febbraio
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Ridley Scott / USA / Durata: 130min

Media 3.81


Un film di fantascienza che racconta la storia di Mark Watney (Matt Damon), un astronauta che, creduto morto in seguito a una tempesta di sabbia, viene lasciato solo su Marte dagli altri astronauti che partecipavano alla missione. Watney non ha modo di comunicare agli altri astronauti di ritorno sulla Terra o alla NASA che, contrariamente a quanto si creda, lui è ancora vivo. Watney ha a sua disposizione scorte per sopravvivere  alcuni giorni, molti meno giorni di quanti ce ne vorrebbero a chiunque per riuscire a raggiungerlo dalla Terra e salvarlo: The Martian racconta l’ostinata resistenza e i tentativi di sopravvivenza di Watney, mentre si trova in un luogo che difficilmente potrebbe essere più isolato e inospitale. L'approccio molto particolare al genere fantascientifico conferisce al film diretto da Scott di proporre una nuova esperienza agli spettatori, immersi in eventi profondamente legati alla scienza e alla matematica ma al tempo stesso in grado di celebrare le capacità umane.

È ARRIVATA MIA FIGLIA da Mercoledì 10 Febbraio a Sabato 13 Febbraio
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Anna Muylaert / BRA / Durata: 114min

Media 3.24


Diretto magistralmente dalla regista brasiliana Anna Muylaert il film racconta  uno scontro generazionale di due donne, madre e figlia di umili origini, nate nel nordest del Brasile. Protagonista è Val, interpretata da Regina Casé, una delle attrici brasiliane più conosciute in ambito teatrale, cinematografico e televisivo. Val è una premurosa e attenta governate per una facoltosa famiglia di San Paolo. Svolge il suo lavoro meticolosamente prendendosi amorevolmente cura del figlio adolescente della coppia. Nel frattempo sua figlia Jessica viene cresciuta da alcuni parenti nella sua città Natale. Tredici anni dopo, Jessica arriva in città per svolgere i test di ammissione all’Università. La presenza della ragazza, che affronta senza timore l’atteggiamento succube di sua madre, sconvolge l’equilibrio della casa

SUBURRA da Mercoledì 17 Febbraio a Sabato 20 Febbraio
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Stefano Sollima / ITA / Durata: 130min

Media 3.91


Un gangster noto come il "Samurai" desidera trasformare il lungomare di una piccola cittadina vicino Roma in una nuova Atlantic City. Un politico corrotto, appassionato di giovani prostitute e cocaina, lo protegge con l'aiuto di un potente cardinale. Tutti i boss della mafia locale hanno accettato di collaborare per tale comune obiettivo. La pace, però, non può durare a lungo e una feroce guerra tra bande rivali minerà il sogno del Samurai. Ispirato all'omonimo romanzo di Carlo Bonini e Giancarlo de Cataldo, il film è secondo le intenzioni del regista "un gangster movie che riflette la fine di un’era, di un mondo politico e di un mondo criminale che sta diventando altro ma non sa ancora bene cosa e quindi si agita con sanguinosi colpi di coda in attesa di un nuovo ordine". Film che si presenta come un noir animato da un’energia rigogliosa e dalla volontà di sorprendere.

THE PROGRAM da Mercoledì 24 Febbraio a Sabato 27 Febbraio
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Stephen Frears / GB / Durata: 103min

Media 3.33


Ecco sugli schermi la biografia del famoso ciclista statunitense Lance Armstrong: la sua inarrestabile salita e la sua conseguente caduta dopo la scoperta e l'ammissione definitiva dalla parte del ciclista stesso di avere sempre fatto uso di sostanze dopanti. Stephen Frears,  maestro nella regia, costruisce un'opera lineare e fedele ai fatti reali, e la rende anche avvincente presentando il ritratto del ciclista in tutte le sue sfaccettature e motivazioni che lo hanno indotto a comportarsi così nel corso della sua carriera sportiva. E così lo spettatore assiste al passaggio da parte di Armstrong dall'essere ben determinato a sfondare nel ciclismo, al suo sconcerto ed alla sua sofferenza alla notizia di avere un cancro, alla sua conseguente soddisfazione dopo aver brillantemente superato il serio male, fino alla finale ammissione di essersi dopato.

GLI ULTIMI SARANNO ULTIMI da Mercoledì 02 Marzo a Sabato 05 Marzo
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Massimiliano Bruno / ITA / Durata: 103min

Media 3.81


Luciana vive ad Anguillara, lavora in fabbrica ed è sposata con Stefano, disoccupato cronico pieno di idee multimilionarie ma refrattario all'idea di "stare sotto padrone". Da tempo desiderano un figlio che non arriva, ma quando il loro sogno si avvera il datore di lavoro di Luciana si rifiuta di rinnovarle il contratto "a tempo determinato", vista la gravidanza in corso. Antonio è un poliziotto veneto trasferito ad Anguillara con disonore e accolto con scherno dai colleghi. Appena arrivato si confronta con le peculiarità del paese, a cominciare dai ripetitori che trasmettono la messa dai citofoni e dai lavandini di casa. Il suo è un percorso di espiazione costellato dalle punizioni del capo e le mortificazioni dei compagni di pattuglia. Scritto e diretto da Massimiliano Bruno, racconta con strazio e partecipazione, ma anche con umorismo e levità, le vicende di un gruppo di italiani del presente stretti fra la crisi e la necessità di negarla, strozzati dalla paura e la vergogna, sempre più limitati nelle loro possibilità e nei loro margini di scelta

IL CASO SPOTLIGHT da Mercoledì 09 Marzo a Sabato 12 Marzo
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Tom McCarthy / USA / Durata: 128min

Media 4.27


Fresco vincitore dell’Oscar come miglior film (oltre che come migliore sceneggiatura originale) Il caso Spotlight è una di quelle pellicole destinate a lasciare una traccia profonda, non solo nella storia cinematografica, ma anche nelle coscienze di tante, tantissime persone. Questo prestigioso premio, secondo alcuni, può e deve rappresentare anche una sorta di risarcimento morale verso, innanzitutto, le vittime di questo orrendo reato, ma anche verso chi, spesso fra l’indifferenza e l’ostilità generale, ha combattuto tenacemente per far emergere una realtà tenuta per tanto, troppo tempo colpevolmente segreta. In questo senso per tutti noi è davvero incoraggiante il fatto che la grande forza comunicativa del cinema sia finalmente riuscita a ad accendere le proprie luci su una...

LA CORRISPONDENZA da Mercoledì 16 Marzo a Sabato 19 Marzo
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Giuseppe Tornatore / ITA / Durata: 116min

Media 3.82


L’amore eterno, indissolubile, in grado di andare oltre la morte, rappresenta uno dei miti letterari comuni a ogni epoca e latitudine. Da Shakespeare a J. Austen, passando per i classici russi, è un tema che ha appassionato molti dei più grandi scrittori di tutti i tempi.
A tre anni di distanza dal thriller-sentimentale La migliore offerta il cineasta siciliano Giuseppe Tornatore torna a raccontare, in modo del tutto originale, una storia d’amore assoluto, viscerale e tormentata.
Anche questa volta i protagonisti sono una splendida ...

REMEMBER da Mercoledì 30 Marzo a Sabato 02 Aprile
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Atom Egoyan / CA / Durata: 95min

Media 3.94


Questo lungometraggio nasce in maniera un po’ particolare. Il produttore Robert Lantos trova il copione di uno sceneggiatore alle prime armi sulla sua scrivania. Lo legge con attenzione e decide che deve diventare un film.
Dopo, prende una seconda e non meno importante decisione, il protagonista deve assolutamente essere interpretato da Christopher Plummer. La sua reazione è al tempo stesso naturale e istintiva anche in merito alla scelta del regista a cui affidare il film: Atom Egoyan.
Egli è bravissimo a rimuovere i vari strati e rivelare la vera ...

IL PONTE DELLE SPIE da Mercoledì 06 Aprile a Sabato 09 Aprile
Ore 20:45 / Ingresso riservato ai tesserati Cineforum

Un film di Steven Spielberg / USA / Durata: 140min

Media 4.4


Il lento movimento di macchina a retro- cedere che rivela tre declinazioni di un volto imperscrutabile ci ricorda subito quanto complessa e contraddittoria possa essere la natura umana. La memorabile scena che apre Il ponte delle spie introduce in maniera straordi- nariamente efficace una personalità, quella di Rudolf Abel - la spia sovietica magistralmente interpretata dal fresco premio Oscar Mark Rylance -, tanto sfaccettata quanto apparentemente monocorde.
Una figura che, al pari di Francis Gary Powers - l’aviatore americano precipitato in suolo russo durante ...